Menu

Statuto

style="text-align: center; line-height: 200%;" align="center">STATUTO Associazione Culturale “TOURS CLUB”: ARTICOLI

1) L’Associazione Culturale TOURS CLUB ha come scopo lo sviluppo del turismo, inteso anche quale mezzo di conoscenza di Paesi e culture, e di reciproca comprensione e rispetto fra i popoli. In particolare l’Associazione TOURS CLUB intende collaborare alla tutela ed all’educazione ad un corretto godimento del patrimonio italiano di storia, d'arte e di natura, che considera nel suo complesso bene insostituibile da trasmettere alle generazioni future. Inoltre l’Associazione intende svolgere attività di divulgazione della cultura geografica, storica e turistica di altri Paesi.

L’Associazione può conseguire i propri scopi sia con attività proprie sia con la collaborazione e/o la partecipazione in altri Enti.

Potranno essere costituiti, sia in Italia che all'estero Club territoriali, On-line, Satelliti, federazioni come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo con sedi ed uffici al fine di svolgere, in via accessoria e strumentale rispetto alle finalità Associative, attività di promozione di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati e di sviluppo, collaborazione, interscambio ed incremento della necessaria rete di relazioni nazionali ed internazionali di supporto all'Associazione stessa. I Tour Club satelliti dovranno far sempre riferimento all’Associazione TOURS CLUB ed assumere le denominazioni collegate alle località, regione, nazione. Esempi: Tours Club Perugia, Tours Club Umbria, Tours Club Italia ecc. ecc.

L'associazione non ha scopo di lucro.

2) I principali mezzi d'azione dell’Associazione TOURS CLUB sono:

     realizzare e diffondere materiale in qualunque forma e attraverso qualsiasi canale (cartaceo, multimediale, ecc), nonché prodotti e servizi accessori all’attività turistica, atti a favorire lo sviluppo del turismo in modo consapevole, diffondendo la conoscenza dell'Italia e del mondo;

     Occuparsi sia direttamente che indirettamente della tutela del paesaggio, degli ambienti naturali caratteristici, della geologia, della flora e della fauna, dei singoli monumenti ed opere d'arte in genere, nonché dei complessi urbanistici di notevole importanza storica, artistica o etnologica; favorire la conoscenza di tali valori, tanto direttamente quanto in concorso con le autorità o con altri enti, anche attraverso ogni tipo di promozione culturale in ogni sua forma e la formazione e/o l'aggiornamento di docenti e operatori sulle tematiche del patrimonio storico e ambientale e della sua fruizione turistica;

     dare opera per la soluzione di ogni problema collegato al turismo, favorendo il diffondersi di una cultura e di una imprenditorialità turistica più qualificata anche con riguardo alle tematiche urbanistiche e dell’arredo urbano. In particolare promuovere il miglioramento dei servizi ricettivi e di quelli collegati al trasporto, alla viabilità e alla circolazione;

     compiere ogni attività utile allo sviluppo del turismo sociale, di qualità e sostenibile;

     svolgere studi e ricerche, promuovere convegni allo scopo di approfondire, discutere e divulgare i temi connessi ai propri scopi associativi in Italia e all’estero;

     adoperarsi per incentivare, nelle debite sedi, la pratica del risparmio in ambito turistico a favore dei soci;

     svolgere e promuovere in genere ogni attività utile nel campo del turismo, che possa orientare l'utilizzazione del tempo libero alla crescita umana e culturale di ciascun individuo;

     stabilire dei rapporti con tutte le consimili associazioni nazionali ed internazionali per la reciprocità di trattamento, riduzioni, facilitazioni, scambio di guide, assistenza ed eventuale rappresentanza;

     istituire rappresentanti in Italia e all'estero, con l'incarico di fornire all’Associazione tutte le informazioni che possano essere utili per le sue attività e di dare ai Soci, eventualmente, informazioni, consigli turistici ed assistenza;

     promuovere, organizzare e intermediare viaggi e soggiorni in genere, in Italia e all'estero;

     ottenere a favore dei Soci speciali facilitazioni e/o convenzioni con Enti e Aziende interessate a promuovere il territorio.

     valorizzare e diffondere il patrimonio turistico nei suoi risvolti paesaggistici, storici, artistici, artigianali e enogastronomici, delle diverse tradizioni alimentari e dei metodi storici di conservazione, manipolazione e coltura dei prodotti tipici;

     valorizzare e promuovere il territorio e il lavoro svolto dalle attività anche professionali e artistiche nei suoi risvolti di economia, cultura, spettacolo, turismo e salute.

     studiare ed organizzare manifestazioni, convegni, incontri e seminari, pubblicare o collaborare ad edizioni di materiale informativo anche su supporto informatico e web.

     creare e collaborare ai contenuti in siti web, con funzioni di servizio e comunicazione, il tutto purché preordinato al conseguimento del suo scopo.

3) l’Associazione dovrà sempre mantenersi estranea a qualsiasi manifestazione politica e religiosa.

4) l’Associazione è composta da Soci Ordinari e Soci Fondatori. La qualifica di Socio Ordinario non può avere durata temporanea antecedente la chiusura dell’anno finanziario nel cui corso avviene l’iscrizione. Essa è comunque a tempo indeterminato, salvo quanto previsto dall'art. 14.

I soci hanno diritto di essere informati sulle attività dell’Associazione e di essere rimborsati per le spese effettivamente sostenute nello svolgimento dell’attività prestate, su mandato del CD.

5) I Soci Ordinari, ammessi a norma dell'art. 9 del presente Statuto, pagano una quota di associazione annuale nella misura stabilita e secondo le modalità indicate di seguito.

La determinazione della quota associativa annuale, relativa ai Soci Ordinari, è deliberata dall’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci su proposta del Consiglio Direttivo.

6) Il Socio riconosce il diritto dell’Associazione di controllare in qualunque momento la regolarità della sua permanenza nell'albo sociale.

7) Gli Enti, le Associazioni e le Società regolarmente costituiti potranno essere ammessi come Soci Ordinari.

La tessera sociale sarà intestata impersonalmente all'Ente, Associazione o Società ammessa. La quota associativa degli enti è deliberata dall’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci su proposta del CD. Anche la tessera sociale di questa categoria di Soci non è trasmissibile né modificabile per successione o trasformazione dell'Ente, Associazione o Società iscritta. Nei riguardi dell’Associazione gli Enti, Associazioni o Società iscritti s'intenderanno rappresentati dal loro rispettivo legale rappresentante o da persona da esso espressamente delegata.

8) La quota associativa è disposta per anno solare ed è intrasmissibile. Detta quota non determina alcun diritto di rivalutabilità. La quota associativa è dovuta per intero qualunque sia la data della domanda di ammissione o del rinnovo.

9) La richiesta di ammissione è indirizzata alla direzione dell’Associazione TOURS CLUB e comporta l'accettazione da parte dell'associato di tutte le norme del presente Statuto e dei regolamenti vigenti.

Al richiedente potrà essere domandata, a mezzo di referenze, la prova della propria onorabilità. La richiesta di ammissione non ha effetto se non è accompagnata dal pagamento della quota associativa.

10) Ad ogni Socio viene rilasciata la tessera associativa di riconoscimento non cedibile nè trasmissibile.

11) Il CD può deliberare la non ammissione del richiedente, al quale in tale evenienza verrà restituito l'ammontare della quota versata. Il CD non ha obbligo di motivare il rifiuto dell'ammissione.

12) L’Associazione informa i propri associati circa le attività e l'andamento dell'Associazione. Dette informazioni saranno rese mediante l’invio di comunicazioni attraverso il sito internet riservato ai Soci.

13) Ogni Socio Ordinario ha l'obbligo di inviare entro il 31 dicembre dell'anno di scadenza del periodo associativo la quota per il periodo successivo, salvo che abbia dato le dimissioni a norma del successivo art. 14, punto primo.

Tutti coloro che non avranno effettuato il pagamento sopradetto cesseranno a tutti gli effetti di far parte dell’Associazione.

14) La qualità di Socio dell’Associazione si perde:

          per le dimissioni inviate per lettera, all’Associazione TOURS CLUB;

          per la radiazione pronunciata dal Consiglio Direttivo;

          per insolvenza del Socio

          per gravi motivi.

          per contravvenzione alle norme dello Statuto.

La radiazione o le dimissioni comportano l'immediata decadenza di ogni diritto già acquisito dal Socio.

15) Sono organi dell’Associazione: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo (in sigla CD), il Presidente, il Collegio dei revisori (qualora l’Assemblea ne deliberi la necessità e la conseguente elezione). Le cariche elettive sono a titolo gratuito e volontario.

16) Il Consiglio Direttivo è eletto liberamente dall’Assemblea generale dei Soci, è costituito da minimo 5 membri. Si compone del Presidente, che è anche Presidente dell’Associazione, di un Tesoriere, di un Segretario, nominati dallo stesso CD, e di almeno due Consiglieri; il CD dura in carica cinque anni ed è rieleggibile. Nelle ipotesi di dimissioni o di decesso di un Consigliere, il CD, alla prima riunione utile, provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima Assemblea. L’ incarico di Presidente e di componente del CD è assolutamente gratuito.

Spetta in particolare al CD:

                 elaborare il programma annuale di attività Sociale;

                 amministrare il patrimonio Sociale;

                 stabilire l’ammontare della quota associativa e di eventuali altri contributi Sociali;

                 coordinare e gestire le attività dell’ Associazione e predisporre i bilanci annuali;

                 eleggere al suo interno, il Presidente, il Vice Presidente, un Consigliere Segretario, un Consigliere Tesoriere;

                 affidare particolari mansioni ad uno o più Soci o specifici gruppi, determinandone i limiti nelle delibere di delega;

                 convocare le Assemblee;

                 deliberare sulle domande di ammissione dei Soci e su eventuali espulsioni degli stessi;

                 decidere su eventuali collaborazioni sia a titolo gratuito che retribuito da parte di persone fisiche e giuridiche qualificate sotto il profilo tecnico, legale ed amministrativo, fissandone le modalità e le condizioni che ne regolino i rapporti.

Il CD svolge inoltre tutto quanto è necessario per far funzionare con regolarità l’Associazione o quanto ad esso demandato da altri articoli del presente Statuto. Il CD è convocato dal Presidente, ogni qualvolta ne ravvisi la necessità, mediante e-mail, l’annuncio della convocazione deve contenere: l’ordine del giorno, la data, l’ora e la sede della riunione. Con la stessa procedura il CD può essere convocato, in via straordinaria, dalla maggioranza dei suoi membri. Le adunanze sono valide quando vi intervenga la maggioranza dei componenti e le delibere sono adottate a maggioranza assoluta dei presenti. In caso di parità prevale il voto di chi presiede. Il CD è presieduto dal Presidente, in sua mancanza, dal Vice Presidente, in assenza di entrambi il CD nomina il Presidente. Delle riunioni del CD deve essere redatto verbale su un apposito libro che deve restare a disposizione di ogni Socio presso la sede sociale. Ogni verbale deve essere sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Il Consiglio Direttivo può conferire eventualmente altri incarichi per determinate funzioni.

17) Salvo le competenze riconosciute all'Assemblea dal presente Statuto, il Consiglio Direttivo è investito senza eccezioni di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione dell’Associazione con facoltà di disporre in materia tanto mobiliare quanto immobiliare e in genere di compiere ogni atto che ritenga necessario o utile per il conseguimento degli scopi dell’Associazione. Spetta al CD predisporre ogni opportuno regolamento interno per il funzionamento dell’Associazione e dei suoi organi.

18) Almeno oltre la metà dei Consiglieri deve presenziare le sedute e votare. In caso di mancanza di numero legale la seduta di seconda convocazione viene stabilita sempre in modo che l'avviso pervenga agli interessati almeno nel giorno che precede la riunione indetta.

19) Il Presidente, eletto dal CD rappresenta legalmente l’Associazione di fronte a terzi ed in giudizio; ha la firma Sociale per le operazioni di ordinaria e straordinaria amministrazione; usufruisce di tutti i poteri necessari a garantire il buon andamento della vita associativa, rispondendo del suo operato di fronte ai Soci e nei confronti di terzi; convoca e presiede il CD e l’Assemblea dei Soci; cura l’esecuzione delle delibere. In caso di impedimento definitivo, il CD decade ed il Vice Presidente, convoca l’ Assemblea per il rinnovo dei Consiglieri nei successivi 30 giorni. Il Presidente può conferire mandati e procure per singoli atti o categorie di atti. Dura in carica 5 anni. Per il suo incarico non ha diritto ad alcun compenso. Il Presidente è inoltre munito di ogni più ampia facoltà sia per l'esecuzione delle delibere del CD, sia - sempre con firma libera - per l'ordinaria gestione dell’Associazione, compresa quella di delegare temporaneamente ad altri talune determinate facoltà.

20) Le facoltà tutte del Presidente s'intendono, in sua mancanza, devolute al Vice Presidente. Tali facoltà potranno anche essere dal Presidente delegate, singolarmente o collettivamente, ad altri Membri del Consiglio.

21) L’Assemblea dei Soci è l’Organo Sovrano dell’Associazione. Essa si riunisce almeno una volta l’anno in via ordinaria, al termine dell’anno solare, su convocazione del CD, per l’approvazione del rendiconto economico-finanziario. Hanno diritto di intervenire all’Assemblea e partecipare alle deliberazioni tutti i Soci maggiorenni in regola con il versamento della Quota Sociale, per i quali sussiste il principio del voto singolo. Non è ammessa la rappresentanza per delega. Compiti dell’Assemblea sono:

          L’approvazione del rendiconto economico-finanziario annuale;

          La nomina dei componenti del CD determinandone il numero dei membri nel caso di rinnovo dello stesso;

          L’eventuale elezione del Collegio dei Revisori;

          Le modifiche dello Statuto e dei Regolamenti Interni preventivamente approvati dal CD;

          Lo scioglimento dell’Associazione;

La convocazione dell’Assemblea può avvenire su convocazione del Presidente, su delibera del CD, su richiesta di almeno la metà dei Soci aventi diritto e, qualora eletto, su richiesta del Collegio dei Revisori. L’annuncio della convocazione deve essere effettuato almeno 10 giorni prima della data fissata, a mezzo e-mail contenente l’ordine del giorno, la data, l’ora, e la sede dell’Assemblea. L’Assemblea è convocata dal CD in via ordinaria, almeno una volta all’anno; in via straordinaria può essere convocata su richiesta di almeno la metà dei Soci aventi diritto, dal Presidente o dalla maggioranza del CD con almeno 30 giorni di preavviso. L’Assemblea ordinaria è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti, l’Assemblea straordinaria è regolarmente costituita solo raggiunta la metà più uno dei soci. Le deliberazioni, sia in prima che in seconda convocazione, sono prese a maggioranza assoluta dei presenti. L’Assemblea è presieduta dal Presidente, in sua mancanza dal Vice Presidente, in mancanza di entrambi l'Assemblea nominerà il proprio Presidente. L’Assemblea dovrà eleggere un Segretario e, in caso di votazione, qualora lo ritenesse necessario, due scrutatori che dovranno controllare le operazioni di voto e precisarne i risultati. Le votazioni dell’Assemblea avvengono a scrutinio palese per alzata di mano. Per ogni Assemblea deve essere redatto un verbale su un apposito libro che deve restare a disposizione di ogni Socio presso la sede. Ogni verbale verrà firmato dal Presidente, dal Segretario e, se nominati, dagli scrutatori. Le deliberazioni dell’Assemblea e i rendiconti economici-finanziari saranno resi noti ai Soci con le medesime modalità previste per la sua convocazione.

22) Il Collegio dei Revisori dei Conti, se eletto dall’Assemblea è composto da tre membri anche non soci, nominati dall’ Assemblea. Al proprio interno elegge un Presidente o un Rappresentante, che convoca le riunioni e redige i verbali delle revisioni effettuate. Esercita il controllo amministrativo, verifica la regolarità delle voci in bilancio, vigila affinché vengano rispettati Statuto e Regolamenti e tenuti con regolarità i libri Sociali. A maggioranza semplice dei suoi membri può convocare Assemblee dei Soci per le motivazioni di propria pertinenza.

23) Possono essere redatti Regolamenti Interni per disciplinare qualunque funzionamento tecnico, organizzativo, retributivo e Sociale. Una volta redatti dal Consiglio Direttivo devono essere comunicati ai Soci.

24) Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote e dai contributi dei Soci, dalle somme donate all’Associazione senza speciale destinazione, da eredità e legati, da contributi dello Stato, delle regioni, di enti locali, enti ed istituzioni pubbliche, da contributi dell’UE e di organismi internazionali, da entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati, da erogazioni liberali degli associati e dei terzi, da entrate derivanti da iniziative finalizzate al proprio finanziamento, da eventuali eccedenze attive della gestione e verrà oculatamente impiegato dal CD nel modo che lo stesso ritenga opportuno. E' fatto comunque divieto di distribuire, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, durante la vita dell'Associazione salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge ed è obbligatorio il reinvestimento di ogni eventuale avanzo di gestione a favore delle attività istituzionali dell’Associazione previste nel presente statuto. Verranno particolarmente presi in considerazione gli impieghi in attività che possano risultare utili al conseguimento degli scopi sociali.

Per gli impieghi di maggior rilievo, ogni singola proposta di investimento dovrà essere portata alla delibera del CD.

25) Il logo dell’Associazione TOURS CLUB e la tessera di riconoscimento sono quelli determinati dal Consiglio.

26) L’Associazione utilizza il logo di proprietà del Sig Manolo Rivaroli, il portale turistico www.hotelinumbria.it di proprietà del Sig. Riccardo Trombetti, il portale web www.toursclub.net di proprietà del Sig. Davide Petrini, che previa richiesta potranno rilasciarne l’autorizzazione ad utilizzarli. L’autorizzazione ha validità annuale e deve essere richiesta e rilasciata prima dell’inizio delle attività. Tutti i Soci potranno utilizzare i marchi e gli strumenti dell’Associazione nello svolgimento della propria attività se ne hanno i requisiti e su delibera del CD. Lo stesso CD potrà deliberare la decadenza della facoltà di utilizzo dei marchi e degli strumenti nei confronti dei Soci che si siano resi inadempienti agli obblighi imposti dallo Statuto o dai Regolamenti interni, o che abbiano utilizzato gli stessi in modo da arrecare danno al buon nome dell’Associazione. L’Associazione non risponderà di eventuali abusi compiuti da Soci o da terzi nell’utilizzo dei marchi e degli strumenti da essa protetti e dall’utilizzo improprio della sua ragione Sociale.

27) Le proposte di modifica del presente Statuto devono essere preventivamente approvate dal CD. Successivamente verranno sottoposte all’Assemblea dei Soci e saranno approvate con il consenso della maggioranza assoluta dei presenti.

28) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea straordinaria dei Soci, con l’approvazione della maggioranza assoluta. Allo stesso modo la richiesta dell’Assemblea straordinaria da parte dei Soci avente per oggetto lo scioglimento dell’Associazione deve essere presentata dalla maggioranza assoluta dei Soci con diritto di voto. Addivenendosi allo scioglimento dell’Associazione, la conseguente delibera assembleare deve prevedere la nomina di uno o più liquidatori con il compito di procedere alle relative incombenze e di destinare gli eventuali residui attivi ai fini di pubblica utilità. In caso di scioglimento per qualunque causa, il patrimonio dell’Associazione dovrà essere devoluto ad altre Associazioni od Enti senza scopo di lucro, con finalità analoghe o di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’Art.3, comma 190, Legge 23/12/1996, n.662, salvo diversa destinazione imposta dalla Legge.

29) I Soci, con l’adesione all’Associazione ne accettano lo Statuto, i Regolamenti e le disposizioni del CD. Per ogni controversia che dovesse nascere tra Soci, o tra Soci e Associazione sull’interpretazione di Statuto, Regolamenti o disposizioni del CD, si dovrà far ricorso ad un Collegio Arbitrale amichevole composto da tre persone: due rappresentanti delle parti in causa ed un terzo scelto dai precedenti due ed, in caso di disaccordo, con l’intervento di un’organizzazione specializzata nell’arbitrato, su richiesta della parte più diligente. Il Collegio Arbitrale così composto deciderà senza formalità di procedura, insindacabilmente. Ogni Socio si impegna a non adire ad altre autorità al di fuori di quelle previste dal presente Statuto.

30) Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto, si applicano le disposizioni previste dalla legge 383/2000 e delle leggi vigenti.

 

 

 

Info for bonus Review William Hill here.

Italia

Mondo

Africa
America Centrale
America Meridionale
America Settentrionale
Asia
Europa
Oceania

Diari di Viaggio

  • Los Angeles
  • San Francisco
  • Oklahoma City
  • Colorado Springs
  • New Orleans
  • Saint Louis
  • Saint Petersburg
  • Berlin
  • Moscow
  • Sydney

Strumenti

About Us

Follow Us