Menu

Spello

Spello

Panoramica

''Spello piu' lo guardi piu' e' bello'' cita un detto umbro. Spello è veramente un piccolo gioiello della regione Umbria. Fondato dagli umbri fu poi colonizzato dai romani che lo denominarono HISPELLUM e dichiarato da Cesare ''Splendissima colonia julia''. Si trova a metà strada tra Assisi e Foligno ai piedi del monte Subasio. Le tre splendide porte: Porta Consolare (I sec.A.C.), ingresso principale della città romana, in calcare del Subasio, con torre quadrata medievale e tre statue marmoree repubblicane, Porta Urbica e Porta Venere di età augustea caratterizzata ai lati da due torri di Properzio dodecagonali; i resti del teatro romano, delle terme, l'Arco di Augusto, antico accesso all'acropoli, e la possente cinta muraria più intatta d'Italia, testimoniano la grandezza di questo paese. Passeggiare per l'antico borgo è un lasciarsi travolgere da queste bellezze e risalendo poi le antiche viuzze si possono godere, dai Belvedere, splendidi panorami provando la sensazione di vivere altri tempi.
La chiesa di Santa Maria Maggiore, che conserva all'interno dei grandi tesori d'arte come la Cappella Baglioni con affreschi del Pinturicchio oltre a dipinti del Perugino e un antico pavimento in maiolica di Deruta, rappresenta uno dei monumenti artistici più suggestivi che vale la pena visitare. Uscendo da Porta Venere si raggiunge l'Anfiteatro di cui rimangono i resti del podio e del corridoio, poco lontano la chiesa di San Claudio in stile romanico costruita forse su un cimitero paleocristiano. Proseguendo si arriva a Villa Fidelia costruita dove un tempo sorgevano le terme e il tempio di Venere. Circondata da un bellissimo parco-giardino ospita una collezione di quadri, sculture e oggetti di antiquariato. Numerosi sono gli spettacoli teatrali e i concerti che si tengono nel parco in occasione di manifestazioni organizzate dal comune di Spello.
Ma Spello è famosa anche per la sua ''Infiorata''. Ogni anno in occasione del Corpus Domini, le vie del borgo si trasformano in un meraviglioso e spettacolare tappeto di fiori raffiguranti quadri d'arte sacra, mentre i balconi delle case si arricchiscono di composizioni floreali trasformando il paese in ''capitale dei fiori''. Da vivere poi la ''notte dei fiori'', notte precedente l'Infiorata, in cui si può ammirare lo spettacolare e frenetico lavoro degli infioratori e assistere ai numerosi spettacoli di musica. Nell'ultimo week-end di agosto si rivive poi  la Spello romana, una rievocazione storica dell'antica Hispellum con scene di vita quotidiana, cortei storici, mercati, simulazioni di battaglie con possibilità di visitare i siti archeologici il tutto arricchito da eventi gastronomici interamente ispirati alla cucina dell'impero romano. Per gli amanti della natura Spello è un ottimo punto di partenza per le diverse escursioni sul Monte Subasio. Dal punto più alto del paese partono interessanti percorsi alla scoperta di luoghi che abitualmente rimangono inesplorati, come il carastteristico borgo di Collepino e il percorso dell'acquedotto romano per citarne alcuni.

Dove Dormire

Hotel a Spello (PG)

 Hotel, Alberghi a Spello (PG)


 

Agriturismi a Spello (PG)

 

 Agriturismi, Country House a Spello (PG)

Torna in alto
Info for bonus Review William Hill here.

Italia

Mondo

Africa
America Centrale
America Meridionale
America Settentrionale
Asia
Europa
Oceania

Diari di Viaggio

  • Los Angeles
  • San Francisco
  • Oklahoma City
  • Colorado Springs
  • New Orleans
  • Saint Louis
  • Saint Petersburg
  • Berlin
  • Moscow
  • Sydney

Strumenti

About Us

Follow Us